Premio Internazionale Soldera Case Basse per giovani ricercatori edizione 2016

A Roma, nella prestigiosa cornice di Palazzo Montecitorio, il giorno 8 marzo 2017  si è svolta nella suggestiva Sala della Lupa la cerimonia del “Premio Internazionale Soldera Case Basse per giovani ricercatori edizione 2016”.

Il Prof. Mario Fregoni (Accademico di Agricoltura di Francia e Presidente del Premio) ha introdotto la cerimonia sottolineando il valore degli studi condotti anche in questa edizione del Premio mentre Gianfranco Soldera ha ribadito la missione di Case Basse quale incubatore di ricerca e innovazione per la vitivinicoltura naturale di eccellenza.

Per evidenziare l’unicità dell’ecosistema dell’azienda, la Giuria ha celebrato la quarantennale dedizione di Graziella Roncaglioni Soldera, artefice del giardino botanico di Case Basse, conferendole il “diploma al merito della biodiversità ornamentale”.

Gli studi sono quindi stati presentati dai candidati:  Dr.Lorenzo Brilli con Dott.ssa Luisa Leolini; D.ssa Elena Gagnarli; Dr. Marco Ghislanzoni; D.ssa Lidiya Lelechenko; D.ssa Eleonora Mari; D.ssa Ginevra Marzucchi; D.ssa Elena Piva con Dott. Marco Bragolusi; Dr. Yuri Romboli; D.ssa Veronica Volpi.

Di fronte al numeroso e illustre pubblico sono intervenuti a commentare le ricerche i componenti della Commissione giudicatrice (Prof. Gianpaolo Andrich, Ordinario di tecnologie alimentari Università di Pisa, Prof. Luigi Bavaresco, Docente di Viticoltura DI.PRO.VE.S. Università Cattolica S. Cuore Piacenza, Prof. Mauro Cresti, Ordinario di Botanica Università di Siena, Prof. Luigi Odello, Centro Studi Assaggiatori Brescia, Ing. Giancarlo Spezia, Esperto di Meccanizzazione viticola Piacenza, Prof. Massimo Vincenzini, Ordinario di Microbiologia agraria Università di Firenze) e del Comitato d’Onore (Prof. Giorgio Calabrese, Prof. Fausto Cantarelli, Dr. Paolo Lucchesi, Prof. Giampiero Maracchi,  Dr. Roberto Salvioni, Dr. Bruno Socillo).

La cerimonia di consegna del Premio è iniziata con l’assegnazione dei diplomi di primo classificato ex aequo ai coautori Dott.ssa Elena Piva e Dr. Marco Bragolusi (Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie – Vicenza) per la ricerca dal titolo “Approccio olistico non-targeted per la caratterizzazione dei vini” e alla Dott.ssa Ginevra Marzucchi per la ricerca dal titolo “Application of quantitative real-time PCR to assess the efficiency of a simplified DNA extraction protocol from wine” (Università degli studi di Siena)

La cerimonia si è conclusa con l’attribuzione dei diplomi di eccellenza scientifica al terzo classificato, D.ssa Eleonora Mari (Università degli studi di Firenze) con lo studio “Influenza del trattamento di defogliazione su popolazione di lieviti ed Aureobasidium spp. presenti sulle uve in due annate consecutive” e, al quarto classificato, Dott.ssa Elena Gagnarli (CREA – Firenze) per la ricerca “Studio delle funzioni e dei servizi ecosistemici dei microartropodi nel continuum suolo-pianta in vigneto”.

Infine sono stati consegnati ai restanti candidati i diplomi al merito della ricerca e di partecipazione.