CERIMONIA DI CONSEGNA DEL PREMIO INTERNAZIONALE CASE BASSE SOLDERA 2010 PER GIOVANI RICERCATORI

Premio-Soldera-2010-A

Con il patrocinio della Camera dei Deputati e il riconoscimento della Presidenza della Repubblica, il 23 febbraio 2011 si è tenuta a Palazzo Montecitorio di Roma la cerimonia di consegna dei diplomi del “Premio Internazionale Brunello di Montalcino Case Basse Soldera 2010 per giovani ricercatori”.

L’On.le Maurizio Lupi, Vice Presidente della Camera, ha dato il benvenuto e presentato i due relatori, Prof. Mario Fregoni (Presidente Onorario dell’OIV e Presidente del Premio) che ha illustrato i grandi movimenti evolutivi della viticoltura mondiale e il Prof. Massimo Vincenzini (Università di Firenze) che ha presentato una ricerca sul profilo antocianico dei vini di Sangiovese in funzione dell’ecologia microbica dei processi fermentativi. Sono quindi intervenuti gli altri docenti della giuria Prof. Fausto Cantarelli (Presidente dell’Accademia Alimentare Italiana), Prof. Mauro Cresti (Ordinario dell’Università di Siena) e il Prof. Giancarlo Spezia (docente di meccanizzazione viticola dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza).

La cerimonia di consegna dei Premi del concorso è iniziata con la lettura, da parte dell’On.le M. Lupi, del messaggio del Segretario Generale della Presidenza della Repubblica a nome del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, che ha molto apprezzato l’iniziativa del Premio riservato ai giovani ricercatori concedendo tre medaglie di riconoscimento, assegnate ai due vincitori e al Prof. Fregoni ideatore e Presidente del Premio.

Il Presidente della Giuria ha quindi letto le motivazioni dei due premi ex aequo andati al Dr. Matteo Gatti (Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza) per la ricerca dal titolo: “Caratterizzazione bioclimatica dell’area del Brunello di Montalcino e di alcuni terroir aventi vitigni affini al Sangiovese” e al Dr. Luca Collina (Università di Firenze) per le “Osservazioni sullo sviluppo di Candida Zemplinina nelle vinificazioni spontanee del Brunello di Montalcino”.

Sono stati anche assegnati due attestati d’onore alla Dr.ssa Elisa Paolucci (Università di Siena) per la ricerca sul Brunello di Montalcino come modello elettivo di studio per la messa a punto di un metodo molecolare per l’autenticazione varietale dei vini e ai Dottori Laura Pieragnoli, Lidia Ceseri e Paolo Viti (Università di Verona) per l’indagine sperimentale sulle variazioni compositive del Sangiovese durante la maturazione in quattro aree diverse.
I diplomi e le medaglie del Presidente della Repubblica sono stati consegnati dall’On.le Maurizio Lupi e da Gianfranco Soldera, che ha ricevuto il plauso delle massime autorità italiane e dei partecipanti per l’iniziativa di stimolare la ricerca dei giovani con un Premio a loro riservato e dedicato a un grande vino italiano conosciuto in tutto il mondo: il Brunello di Montalcino, particolarmente eccellente a Case Basse.