Premio Soldera - Gli studi e la ricerca

GLI STUDI E LA RICERCA

A SUPPORTO DI UNA VITIVINICOLTURA COMPLETAMENTE NATURALE

A Case Basse la vitivinicoltura è naturale ed è supportata da studi e ricerche grazie ai quali l’azienda può vantare la produzione di un vino naturale di altissima qualità.

SIS: il Sistema Intelligente Soldera

La società Case Basse si è dotata di un sistema integrato di monitoraggio che fa uso di tecnologie avanzate (IoT e Big Data), grazie al quale è in grado di seguire l’intera filiera di produzione, a partire dal terreno e dalle operazioni fatte su di esso, passando per il controllo delle condizioni ambientali e dello stato di piante e grappoli, per arrivare alla fermentazione del mosto e al monitoraggio del vino fino all’imbottigliamento.

Tutto questo avviene grazie a rilevatori posizionati tra i filari, nel terreno e nei tini, che trasmettono i dati al SIS (Sistema Intelligente Soldera), un server consultabile anche da remoto.

Lo scopo del progetto è di integrare i principi cardine della vitivinicoltura naturale con le nuove tecnologie.

Passato, presente e futuro si incontrano a Case Basse e il risultato è l’eccellenza di un vino unico, ottenuto senza alterare artificialmente i processi naturali di viticoltura e vinificazione.

 

Il contributo di Soldera Case Basse® alla ricerca scientifica

La facoltà di Microbiologia dell’Università di Firenze è uno dei partner scientifici di Soldera ed è responsabile delle analisi che verificano sia le condizioni delle uve man mano che si avvicina il momento della vendemmia, sia le fasi di vinificazione e affinamento. Il comportamento del vino viene così seguito nelle varie fasi, fino al momento dell’imbottigliamento.

In continuità e come conseguenza dell’impegno nella ricerca scientifica e tecnologica, dal 2010 è stato istituito il “Premio Internazionale Soldera Case Basse® per Giovani Ricercatori”.

 

Studi e ricerche

Seguendo la propria filosofia produttiva, l’azienda conduce varie ricerche orientate alla valorizzazione della vitivinicoltura naturale attraverso studi e applicazioni di tecnologie all’avanguardia.

Alcuni dei principali temi sono:

  • “Evoluzione della microflora di interesse enologico in vinificazione” – Prof. M. Vincenzini, FoodMicroTeam s.r.l, Spin-Off Accademico dell’Università degli Studi di Firenze
  • “Mutazioni climatiche e stress idrici della vite” – Prof. M. Fregoni, Accademico di Agricoltura di Francia
  • “Progetto sulla tracciabilità molecolare” – Dott.ssa Rita Vignani, Università di Siena
  • “Studi di caratterizzazione di cloni di vite della varietà Sangiovese” – Prof. Luigi Bavaresco, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza
  • “Telerilevamento da drone” – Dott. Filippo Di Gennaro, Institute of BioEconomy – IBENational Research Council – CNR, Firenze
  • “Studi di analisi sensoriale” – Prof. Luigi Odello, IASA – Centro Studi Assaggiatori Brescia
  • “Entomologia viticola” – Prof. Bruno Bagnoli
  • “Servizio di supporto decisionale in viticoltura” – Dott.ssa B. Girometta, Horta SRL

 

Convegni e giornate di studio

In azienda si tengono convegni e giornate di studio dedicate ai temi oggetti di ricerca ispirati dai principi fondamentali che ne guidano l’attività.